L'allevamento del Suino nero dei Nebrodi deve essere effettuato esclusivamente all'aperto. L’alimentazione per quanto possibile deve avvenire esclusivamente con pascolo naturale, nel caso in cui la produzione di castagne e di ghiande non dovesse essere sufficiente per l'ingrasso si può alimentare con cereali e legumi tipici locali, è ammesso l'uso di miscele di farine di cereali e di legumi; è assolutamente vietato utilizzare prodotti contenenti OGM. Le carni che ne derivano sono di assoluto pregio e bontà.


Trancio di muscolo del collo salata per una settimana, aromatizzato con pepe nero ed avvolto con peritoneo di suino, quindi steccato. Stagionatura ottimale per un periodo non inferiore a 6 mesi.
 

 
         
CAPOCOLLO SUINO NERO DEI NEBRODI
   
  Produttori: Sebastiano Agostino Ninone - Mirto, Tindaro Agostino Ninone -Mirto, Fratelli Borrello - Sinagra